venerdì 12 settembre 2014

Gli spaghetti di fagioli mungo croccanti


Sono un'appassionata di piatti croccanti, salati piu' che dolci ma so che questi piatti solitamente sono grassi e saporiti e cerco sempre di abbinare ingredienti il piu' salutari possibili. Inoltre li cucino una volta ogni due settimane circa, giusto quando non so cosa fare da mangiare.


Ho cucinato le crocchette di miglio , ricco di proprieta' nutritive e di verdure, ho fatto le frittelle con farina di ceci e cavolfiore , ottime sopratutto per il cavolfiore croccante all'interno, e la variante con le zucchine che sembra piu' una frittata,  il tortino di patate e tofu, sicuramente tra i miei preferiti e fa la sua figura quando si hanno ospiti in casa e come se non bastasse con aggiunta di legumi i Lenticcheburger sono un'altra ricetta saporita e salutare come le polpette di zucchine e tofu ...Non che io utilizzi sempre gli stessi ingredienti per queste ricette (come si potrebbe dedurre andandole a curiosare) , il motivo e' che ingredienti come le zucchine o il tofu, le patate e la farina di ceci, sono prodotti con un sapore delicatissimo ed utile per esser utilizzati come ingredienti base per ricette sfiziose da proporre ogni tanto sulla tavola.


Immagine tratta dal web


Gli spaghetti di fagioli mungo, per chi non li conoscesse, sono spaghetti di soia verde ed oltre ad avere un sapore neutro, sono veloci da cuocere e si prestano per ricette con brodi .
Gli spaghetti della Cina sono preparati con la soia (non con il frumento) e quando li cuoci diventano lucidi e trasparenti. I fagioli mungo, detti anche vigna radiata, non sono altro che la soia verde, il prezioso legume che trova in Oriente numerosi im­pieghi (è utilizzato per preparare salse, paste, formaggio e i famosi spaghetti di soia). In Cina la “pasta” prodotta con leguminose come la soia era molto diffusa prima della dinastia Song, che governò il Paese dall’ anno mille fino a buona parte del XIII secolo e che cer­cò di incentivare la produzione di frumento.
La caratteristica di questi spaghetti
di soia (che una volta cotti assumono una caratteristica trasparenza) è assorbire molto liquido. Pertanto, se li fai saltare con salse saporite ne assorbiranno il sapore. In genere gli spaghetti di soia vanno cotti per pochi minuti.
( Informazioni tratte dal sito iobenessereblog.it)

Questi spaghetti si utilizzano spesso per zuppe, sono sazianti e quando li trovo in negozio ad un buon prezzo, li acquisto per cucinare un minestrone di verdure serale.
Questa volta ho voluto provare a renderli croccanti perche' :
  1. so che a mio figlio non piacciono mollicci nel brodo e la cena era tra me e lui ; 
  2. mi ero stancata di mangiarli molli.
Sapendo che nei menu' cinesi sono previsti anche spaghetti fritti, ho cercato di creare anche io una ricetta che potesse esser gustosa ma non pesante.

Procedimento ed ingredienti


Essendo la soia un legume, dopo aver cotto in 2 minuti gli spaghetti di fagioli mungo e riposti in una ciotola, ho aggiunto anche della farina di ceci e di mais (giusto un cucchiaio per ogni tipo di farina), delle erbe aromatiche (aglio essiccato, pezzettini di cipolla, prezzemolo, scalogno, salvia ) un pizzico di sale e pepe ed avendo 4 fiori di zucca li ho aggiunti.


Poi creando un nido con la forchetta li ho messi a friggere in olio di girasole (non ne utilizzo molto per la frittura ed utilizzo soltanto padelle in acciaio inox bollenti perche' sono piu' salutari).


Dorate su di un lato e poi sull'altro, lasciarle asciugare sulla carta



Accompagnate con cetrioli crudi, finocchio, ed altre verdure che ripuliscono dai grassi del fritto, compongono un pasto sano anche per i bambini.




Buonissimi! Ho stuzzicato il vostro palato? Se anche voi li avete provati a mangiare, sarei interessata nel sapere come li preferite.
Intanto buon appetito!

Linky Party C'e' Crisi

3 commenti:

  1. Wow! Con così pochi ingredienti hai creato una ricetta stuzzicante! Una cena semplice e nutriente.
    Ti ho conosciuta per caso grazie ai contenitori porta merenda, complimenti per il blog!
    A presto
    Arianna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Arianna!
      Ho visto solo ora il tuo commento, grazie mille!
      In effetti con poco si puo' mangiare qualcosa di veramente delizioso, basta abbinare nella giusta maniera :)
      A presto!

      Elimina
  2. Ma che bell'idea!
    Me l'ero persa.......proverò!
    Ciao, un abbraccio

    RispondiElimina

I vostri commenti fanno crescere il blog _/\_
Vi sono grata dei commenti che mi lasciate, saro' felice di ricambiare passando dai vostri blog .
Roby

Cerca nell'Ecoblog